il nostro staff

il nostro staff

lunedì 22 febbraio 2016

GATTI, SANGUE, DONAZIONI


Anche i gatti hanno un gruppo sanguigno, che può essere di tipo A, B o AB. Quest'ultimo è il più raro. Non tutti i gruppi sono compatibili, per questo motivo prima di una trasfusione è necessario capire il gruppo di appartenenza sia del donatore sia del paziente. Se avete un gatto in buona salute, e volete fare una buona azione, potete farlo diventare un donatore. Il suo sangue aiuterà un altro gatto a guarire.

venerdì 19 febbraio 2016

PRENOTATE LA VISITA GRATUITA


OCCHI DI GATTO


Le pupille di un gatto sono in grado di dilatarsi molto, permettendogli di avere una visione ottima anche con pochissima luce. È una leggenda che possano vedere nell'oscurità più completa, ma sono in grado di distinguere immagini con un quinto della quantità di luce necessaria alla maggior parte degli animali e delle persone.

giovedì 18 febbraio 2016

PALLE DI PELO


Se, ogni tanto, il vostro gatto rimette delle palle di pelo non è nulla di preoccupante, soprattutto nel caso di gatti a pelo lungo. I gatti ingerisco i peli lavandosi e in qualche modo devono pur espellerli. Se la cosa, però, avviene troppo frequentemente può nascondere qualche problema. Ancora peggio se il gatto non riesce a vomitarli, dato che possono creare un blocco intestinale. Esitono vari soluzioni a questo problema. Innanzitutto si può periodicamente spazzolare il gatto, in modo che non ne ingerisca troppi. Oppure si può dare qualcosa al gatto perché i peli "scivolino" fuori più facilmente (ma non fate da soli, chiedete al veterinario).

mercoledì 17 febbraio 2016

FESTA DEL GATTO


Il 17 febbraio è ufficialmente la Festa del gatto. Una ricorrenza nata in Italia nel 1990, per celebrare a dovere il felino più amato del mondo. Decorate la casa con palloncini e preparate un pranzetto speciale per i vostri amici con la coda.

martedì 16 febbraio 2016

VISITA GRATUITA GATTO ANZIANO

Dal 13 marzo al 17 aprile la Clinica Veterinaria Parabiago EFFETTUERÀ VISITE GRATUITE A GATTI ANZIANI (sopra gli 8 anni d’età). Basterà fissare preventivamente un appuntamento (al numero telefonico 0331556605) per un giorno a scelta tra giovedì e domenica. 

Prevenire è meglio che curare. Superata una certa età, nei gatti possono insorgere cardiopatie, artrite, obesità, insufficienza renale, oppure problemi ai denti e alla bocca, ecc.
Per questo motivo è consigliata una visita annuale per controllare cavo orale, peso, battito cardiaco, aspetto del pelo e condizioni generali. Un piccolo e innocuo impegno per quattrozampe e padrone che potrebbe facilitare la vita di entrambi, bloccando sul nascere possibili problemi.

lunedì 15 febbraio 2016

QUATTROZAMPE VOLANTI


Viaggiare in aereo col proprio animale domestico può essere complicato, ma non impossibile. Molte compagnie aeree, infatti, consentono di portare il proprio amico nella stiva o in cabina (se non supera un determinato peso). Di seguito diamo qualche consiglio, ma il modo di procedere migliore resta quello di contattare in anticipo la compagnia aerea che intendete utilizzare per chiedere le regole in materia (che possono variare da compagnia a compagnia). Gli animali generalmente accettati sono cane, gatto e furetto. Per viaggiare in cabina non devono superare i 10 kg di peso, incluso il trasportino entro cui devono essere chiusi. Si può portare più di un animale, se ovviamente vanno d’accordo (per esempio due mici fratellini), ma il peso complessivo deve sempre restare entro i 10 kg. Non vengono ammessi animali in gravidanza, in calore, o inferiori ai tre mesi di età. Le dimensioni del trasportino non devono superare i 46x25x21 cm. All’interno del contenitore, gli animali devono essere in grado di stare in piedi e girare su sé stessi. Deve ospitare anche acqua (attenzione, perché le compagnie sono molto rigide riguardo i liquidi), cibo e relativi contenitori opportunamente agganciati, altrimenti possono essere tenuti nel bagaglio a mano assieme a qualsiasi altra cosa possa servire alla sua cura durante il viaggio. Se invece il vostro animale viaggerà nella stiva, assicuratevi che questa sia pressurizzata, riscaldata e illuminata. Se pensate che possa agitarsi sarà utile farvi prescrivere dal veterinario dei tranquillanti leggeri. Infine, ricordate che dovrete pagare un supplemento sul biglietto e che il quattro zampe deve essere munito di passaporto europeo, che dichiari che l’animale in questione sia sano e in regola con tutte le vaccinazioni. In questo documento, inoltre, devono essere presenti i dati anagrafici e una foto, esattamente come nei nostri. Deve anche possedere un microchip oppure un tatuaggio leggibile per la sua identificazione. Infine, consigliamo di non far mangiare l’animale prima della partenza. Buon viaggio a tutti.

giovedì 11 febbraio 2016

L'ANESTESIA È UN DIRITTO

L'articolo 10 della Convenzione Europea per la Protezione degli Animali da compagnia, entrata in vigore in Italia il primo novembre 2011, tutela gli animali contro il dolore che può essere provato durante gli interventi chirurgici. Sempre l'articolo 10 precisa, infatti, che "…gli interventi nel corso dei quali l'animale proverà o sarà suscettibile di provare forti dolori debbono essere effettuati solamente in anestesia e da un veterinario o sotto il suo controllo." Anche nell'eventualità si dovesse procedere alla soppressione dell'animale (ricordiamolo, solo in casi estremi nei quali provi dolore e non sia in grado di condurre un'esistenza dignitosa), questa deve essere preceduta da anestesia.


SEMPRE PRESENTI!

giovedì 4 febbraio 2016

ANIMALI IMPIGNORABILI

Basta cani e gatti all'asta: da oggi non sono più pignorabili


È recentemente entrato in vigore l’art. 514 del codice di procedura civile in cui sono stati aggiunti, tra le “cose mobili assolutamente impignorabili”, “gli animali di affezione o da compagnia tenuti presso la casa del debitore o negli altri luoghi a lui appartenenti, senza fini produttivi, alimentari o commerciali” e “gli animali impiegati ai fini terapeutici o di assistenza del debitore, del coniuge, del convivente o dei figli”.
In altre parole, non possano più essere pignorati (e quindi, poi, venduti) gli animali che fanno parte della famiglia del debitore perché non comparabili a oggetti.
Sono considerati animali di affezione cani e gatti, ma anche i furetti e gli invertebrati (escluse le api, i bombi, i molluschi e i crostacei), gli animali acquatici ornamentali, i rettili, gli uccelli, i mammiferi (roditori e conigli diversi da quelli destinati alla produzione alimentare).



mercoledì 3 febbraio 2016

(ANCHE) INFORMAZIONE


Clinica Veterinaria Parabiago, la clinica che fa (anche) informazione.

UN LIBRO PER VETERINARI


Il nostro veterinario Luca Redaelli ha contribuito alla stesura di questo volume (diretto ad altri veterinari) che si occupa della gestione del periodo post-operatorio dei pazienti ortopedici. Il suo obiettivo è fornire ai veterinari delle linee guida pratiche, illustrando le nuove tendenze farmacologiche, fisioterapiche e di gestione del paziente (in altre parole il vostro amico quattro zampe). Un volume che non potete acquistare e la cui lettura potrebbe risultarvi un po’ ostica (a meno che non siate veterinari), ma prova tangibile che qui, alla Clinica Veterinaria Parabiago, gli animali finiscono in ottime mani.